Chi siamo

Leussô in greco antico significa "vedere qualcosa che ha una luce propria con sguardo fiero e libero, con riferimento a cose gioiose e piacevoli ma anche angosciose e paurose". L'ambivalenza semantica rimanda direttamente alla ragione filosofica profonda della modalità del vedere, alla definizione dell'ambito trascendentale per cui il soggetto non può essere senza l'oggetto né l'oggetto senza il soggetto. E' la natura stessa della conoscenza ad essere implicata dal modo in cui ci si rapporta al mondo. La nostra Associazione intende convogliare risorse intellettuali e culturali verso questo snodo problematico decisivo: le ragioni per cui il rapporto con il mondo e con il nostro simile è tanto attivo che passivo, gnoseologico come creativo. Non solo conoscere per trasformare, ma la conoscenza come trasformazione del mondo nell'atto stesso in cui il mondo trasforma la nostra conoscenza. La conoscenza è la nostra trasformazione ad opera del mondo che noi trasformismo. Solo una dottrina forte, ma critica, dell'essere impedisce il volgersi del sapere in pre-giudizio (che è la resistenza a trasformarsi accettando la 'lezione' del mondo e della storia).

Direttore

Benedetto Coccia

Comitato di Redazione

Gianluca Sacco

Luca Sinibaldi

Fabio Vander

Responsabile Comunicazione

Italo Adami

Ufficio Stampa

Luca D'Orazio

 

Associazione Culturale di Studi Umanistici Leusso
viale Regina Margherita 1 - 00198 Roma
(quarto piano)

rivista @ leusso.it

Registrazione al Tribunale di Roma
n.206 del 16-5-2008